Centrale biogas di Anzio il Sindaco potrebbe fermarla petizione online

Postato il Aggiornato il

di Angela Pensword

Buongiorno,

segnalo le petizione promossa da U.P.A. finalizzata a contrastare la speculazione sul territorio di Anzio che prevede in meno di un Km quadrato la realizzazione di due centrali biogas e di un centro raccolta stoccaggio e trattamento rifiuti simile a quello della Eco X di Pomezia, il tutto in previsione di un trattamento rifiuti pari a circa 20 volte la produzione rifiuti locale, trasformando di fatto il territorio di Anzio nella pattumiera di Roma. Nella zona interessata, anche se classificata industriale, sono presenti abitazioni, aziende agricole, centri commerciali, aziende dolciarie, altre realtà industriali che già presentano un potenziale inquinante, ed un scuola che ricade proprio al centro tra i tre impianti previsti. La realizzazione degli impianti, ma anche solo di uno di essi, porterebbe delle conseguenze negative per il territorio in ambito agricolo, economico, turistico, sulla salute, per la svalutazione della case e di svalutazione del territorio in generale.

A quanto pare solo il Sindaco ha il potere di fermare queste previsioni e la realizzazione della centrale di Via della Spadellata,  già in costruzione in quanto già autorizzata, e potrebbe intervenire sulla base del Regio Decreto 27/7/34, n. 1265 art. 216 e 217.

UPA, che è l’acronimo di Uniti per l’Ambiente, è un Coordinamento tra Associazioni, Comitati e cittadini, che si sono uniti per affrontare le problematiche relative all’ambiente sul territorio di Anzio e salvaguardare tale settore, e si muove in quattro direzioni: gestione rifiuti, centrali biogas, tutela del suolo, tutela del mare. Le problematiche che investono il settore ambiente sul territorio di Anzio sono molte. UPA è una realtà in continua espansione, ed è un coordinamento indipendente, libero da alcun legame con partiti o movimenti.

Nel caso specifico delle centrali biogas per come sono previste sul territorio il Coordinamento UPA si batte da tempo per contrastarne la realizzazione, e porta avanti più azioni. Tra queste la petizione on-line:

Salviamo Anzio o sarà una città discarica!

Aiutaci a diffondere la petizione anche tu!

Firma e divulga con i tuoi contatti facebook e whatsapp!

Grazie mille!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...